Arnaldo Caprai alla Quinta Fiera del Vino di Cermenate

01 Cermenate

Domenica 27 aprile 2014 si è svolta la Quinta Fiera del Vino di Cermenate (CO). Interessante la presenza di svariati banchi d’assaggio provenienti da varie regioni italiane oltre che dalla Nuova Zelanda e dal Canton Ticino, ma il clou della giornata è stata la degustazione guidata da Giancarlo Botta dell’AIS della delegazione di Como accompagnato dall’agronomo di Arnaldo Caprai, del Montefalco Bianco e del Sagrantino di Montefalco.

02 Cermenate

03 Cermenate

04 Cermenate

Arnaldo Caprai ha saputo valorizzare un vitigno autoctono dell’Umbria, il sagrantino. Fino al 1970 per renderlo bevibile, veniva infatti usato per i tagli o in forma passita per domare l’alto contenuto di polifenoli (il più alto al mondo). La famiglia Caprai negli anni 70 valorizza il sagrantino grazie alla collaborazione di Valenti, allievo di Attilio Scienza dell’Università di Milano. Sono state collezionate le varie tipologie di questo vitigno registrando le migliori varietà. Si è capito di raggiungere una maturazione fenolica molto importante per domare il tannino. Vi è stato anche un incremento qualitativo delle tecniche agronomiche. Tutte queste accortezze hanno dato vita al fenomeno di livello mondiale del sagrantino. Da sole 4 aziende iniziali si è passate a 90 con un incremento turistico importante.

05 Cermenate

La degustazione è partita da un Montefalco Bianco DOC dato da grechetto al 50%, trebbiano toscano 30% e fiano 20%. Prezzo fiera 7 euro. Giallo paglierino con riflessi verdolini indice di giovinezza e della maturazione in acciaio. Buona intensità olfattiva con profumi eleganti e puliti di fiori freschi e fruttati di agrumi, mela ed un leggero accenno alla frutta esotica come l’ananas, nota minerale di pietra focaia (peraltro presente in Umbria). Caldo, leggermente più sapido che fresco, completo ed equilibrato dal punto di vista organolettico. Un vino da 83/84 punti ottimo per un aperitivo.

Infine un meraviglioso Montefalco Sagrantino DOCG Collepiano del 2008. Prezzo fiera 22 euro. Prodotto da un clone di sagrantino registrato, affinato in barrique nuove od usate una sola volta per 2 anni è un blend di diversi appezzamenti di sagrantino, che  può reggere senza problemi 15/20 anni di invecchiamento. Rosso rubino che lo mostra giovane anche se è del 2008 validando la qualità nel mantenimento del colore di questo vitigno. Al profumo risulta ampio con note fruttate di prugna secca, marasca, ribes nero e castagna secca, cacao, vaniglia, tabacco, tostatura, mineralità con grafite e polvere da sparo, note animali con cuoio, asfalto e per finire un  accenno di balsamico indice di un inizio di profumi terziari. Tannino che attacca ma poi si scioglie senza dare amaro, lunga persistenza in bocca, sapido e robusto, armonico. Adatto ad accompagnare selvaggina come cinghiale o formaggi stagionati. Punteggio da 90 punti con prospettive date dall’evoluzione di 94/95 punti.

06 Cermenate

07 Cermenate

Testo e foto di Massimo Beccegato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...